Bonus garanzia giovani
Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n. 150.
L'Agenzia Nazionale Politiche attive del Lavoro ha pubblicato i decreti direttoriali che stabiliscono il termine di chiusura e di decadenza del Bonus Occupazione di Garanzia Giovani. Il termine ultimo per accedere alle agevolazioni è il 31 gennaio 2017 ed è confermato al 28 febbraio 2018 il termine per la fruizione del superbonus.

Le categorie di lavoratori interessati sono i giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni che hanno proceduto ad effettuare la registrazione al programma tramite l'iscrizione al portale Garanzia Giovani.

Hanno diritto al Bonus tutti i datori di lavoro privati di tutto il territorio nazionale.

L'incentivo è subordinato alla presenza di determinati requisiti, quali:
1) osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
2) rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti;
3) applicazione dei principi stabili per gli incentivi in accordo con il D.lgs n. 150/2015.

L'importo dipende dalla profilazione del giovane e dalla tipologia di contratto. La profilazione indica la distanza dal mercato del lavoro del giovane: tanto più è alta tanto maggiore sarà la difficoltà di inserire il giovane nel mercato del lavoro e tanto maggiore sarà il bonus per il datore di lavoro che decide di assumerlo.

L'incentivo spetta per le assunzioni effettuate a partire dal 1° maggio 2014, in particolare:
1) per le assunzioni a tempo determinato di durata pari o superiore a 6 mesi, anche a scopo di somministrazione, ma inferiori a 12 mesi, sono previsti un 1.500 euro (profilazione alta) e 2.000 euro (profilazione molto alta);
b) per le assunzioni a tempo determinato di durata pari o superiore a 12 mesi, anche a scopo di somministrazione, sono previsti 3000 euro (profilazione alta) e 4.000 euro (profilazione molto alta);
c) per le assunzioni a tempo indeterminato sono previsti: 1.500 euro se la pofilazione è bassa, 3.000 euro se la profilazione è media, 4.500 euro in caso di profilazione alta e 6.000 euro se la profilazione è molto alta.

Per i rapporti di lavoro che si svolgono in Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia l'incentivo spetta solo per le assunzioni a tempo indeterminato.
L'incentivo è cumulabile, senza limitazione con altri incentivi a carattere non selettivo e nei limiti del 50% dei costi salariali sostenuti dal datore di lavoro con altri incentivi a carattere selettivo (ad esempio l'incentivo assunzione donne, giovani genitori, etc...).

Gli incentivi possono essere fruiti oltre il limite  del Regime de minimis di cui al Regolamento Ue n. 1407/2013:
a) per giovani di età compresa tra 16 e 24 anni,  nel caso di incremento occupazionale netto;
b) per i giovani in età compresa tra 25 e 29 anni se, oltre all'incremento occupazionale netto non abbiano avuto un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi o nel caso in cui non siano in possesso di un diploma di scuola media secondaria, qualifica o diploma professionale, nonché nel caso di occupazione in settori o professioni caratterizzate da un tasso di disparità uomo- donna superiore al 25%.